Mayer* 404° lento^

Come sospettavo. Con il suo nuovo video, Mayer Hawthorne* è riuscito ancora una volta a mettermi il sorriso.
Mayer è un trentunenne losangelino con la passione per la Musica. Il cantante, autore, compositore, dj, polistrumentista, macchevvelodicoaffà, mi ha fatto innamorare di quel che fa con il suo -diciamo- primo disco: A Strange Arrangement, uscito quasi un annetto fa.
(NB: consiglio l’ascolto e l’acquisto di questo album a tutti. Con “tutti” intendo “TUTTI per davvero” :) )

Mayer LOVAZ

Video (a mio parer fin troppo corto) di Samiyam. Di lui, a parte che è un produttore di musica hiphop/elettronica che mi gusta discretamente, non vi posso raccontare nulla perchè dovrei andare su wikipedia a cercare informazioni ed a me va di raccontarvi solo cose che so.
Per il resto, siamo capaci tutti di fare i saputelli con internet, no? :)
Se non di lui, vi posso raccontare qualcosina del protagonista sfocato del video. No, non il micio, scemotti! :) Il protagonista sfocato dei primi 20 secondi!!
Si chiama Roland sp-404° ed è, in soldoni, un campionatore con dodici pads (leggi “pulsanti”) e tre knobs (leggi “manopoline”) che servono ad effettare e modificare dei suoni o anche la voce.
Io ci sono affezionato in quanto è stato ed è mio compagno nei lives con i The Mussichances e per/con lui prevedo ancora grandi e nuove cose! :)

sp-404 LOVAZ

E tutto per un attimo è andato lento^. E’ come se non ti so spiegare bene come. Cuore a battiti rallentati, ma alla fine no. Era solo una parvenza, in realtà c’era una sorta di tachicardia tipo “perchè ora tutto va lento?”. Come se andassi verso una conversazione che non vuoi affrontare. Come se il viaggio in macchina verso questa conversazione fosse apparentemente rilassante. Come se non ti infastidisse che c’è il solito che fa i trenta all’ora dove non li fa nessuno e poi se ci sono le strisce pedonali, manco si ferma. La gente che non è capace a guidare forse non dovrebbe guidare. Forse. Perchè allora se tu sapessi scrivere potresti dire “La gente che non sa scrivere forse non dovrebbe scrivere.” e magari punteresti il dito pure su di me che sicuramente avrò sbagliato qualcosa, tipo duecentoventiduesette cose solo nell’ultima frase. Oppure uno gigolò intervistato nella nuova rubrica di studioaperto potrebbe dire “La gente che non sa amare forse non dovrebbe amare”.
Crabalastra parigina di melanzane subito come novara a picco li bri colibrì novenzio icebaby noncuranza di ciò colata lavica verna amaro. (leggi: No digo gnente ma gnanca taso. –Non dico niente, ma neanche taccio ,ndr- )
La Musica mi distrae. In verità il video qui sopra non è una mia scoperta, devo ammetterlo, e con gran piacere. :)
E non c’entra con la lentazza. E’ stato grazie anche a questo video che ora tutto ha ripreso a muoversi.
“Non avevano nient’altro da fare tranne che se stessi.”
Credo che molta gente non capisca le parole. Anzi, le Parole. Quelle Ben dette, quelle che più chiare e semplici non si potrebbe, credo. E non dire “Avrebbe dovuto capire dal mio sguardo/dal mio atteggiamento”. Solo Una persona al mondo ti capisce solo guardandoti. Dì sempre tutto chiaro e limpido. Non sottointendere niente. L’ho fatto e forse purtroppo lo farò pure io, ma sto imparando a non farlo. Ci si rimane solo male. E non dire “Faccio così, ma senza farglielo notare esplicitamente, che così capisce.”. Non serve a nulla neanche questo. Ci stai male solo tu. E credo che. Questa seconda persona singolare potrebbe benissimo essere una prima persona singolare. O addirittura plurale.
E contraddicendomi vi racconto che Toro y Moi (artista del video qui sopra (ormai soprasopra)) è una persona sola, americana, e non due persone, spagnole. Il nome del tizio non ve lo dico perchè è uno di quei nomi che non ci si ricorderebbe mai e poi mai. Però una cosa che vi dico è che ha un anno in meno di me ed ha già fatto qualcosa come una manciata di demo, un pugno di eps (plurale di ep, ndr :) ) ed un disco. (!!!) [Cosa che avrei potuto fare anch’io se solo uno dei miei più grossi difetti non fosse la poca costanza. (DANNAZIONE)]

Ah, qualche giorno fa, avrei fatto un post mettendoci anche questo video e vi avrei raccontato di loro e ci avrei scritto un sacco di cose sotto. Ma facciamo che quel che è stato è già passato e mo’ il passato se lo tiene (cit. Giovanni Pellino).

Loro si chiamano Electric Wire Hustle. Dai, non fatemi raccontare di loro ora, che altrimenti questo post non finisce più! %)

Keep smilin’,
ef

Informazioni su efeizee

mc, vocalist, beatmaker, dreamer.
Questa voce è stata pubblicata in consiglio per l'ascolto., Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Mayer* 404° lento^

  1. gelato all'imene. ha detto:

    La gente crede che i castori abbattano gli alberi per costruire le dighe, ma in realtà è perchè non smettono mai di crescergli i denti, e se non li limano continuamente tagliando il legno di tutti quegli alberi, i denti comincerebbero a crescergli dentro il muso e morirebbero.

    vuoi un the,
    preparo un the.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...