Archivi del mese: settembre 2010

Quasi quasi mi prendo un poncho (Chissà se)

Ogni più piccola scelta che ho fatto, oggi mi ha portato ad essere quel che sono e quel che faccio. Probabilmente se quel pomeriggio non fossi andato da Tullio ed Angelo non ci avesse fatto ascoltare “Figlio di” di Lou … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Diciottodiciottodiciottodiciottodiciotto

Ieri sera speravo piovesse perchè ho dimenticato di dare da bere ai fiori. Un sabato che non è sembrato un sabato. Anche se è stato MOLTO sabato. Un film che di così belli non ne vedevo da molto. Delle domande … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 5 commenti

Che sembrava me/Che sembravo lui

Quando internet non collabora e va tutto lento, perdi un sacco di tempo e alla fine capita che ti viene anche il nervoso. Come quando non trova il pacchetto di ciunghe (vedi, gomme da masticare) o l’accendino nella borsa. Occhi … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , | 2 commenti

Mi sono dimenticato

Mi sono dimenticato che cosa volevo scrivere. Devo stampare la lista di. Sempre se non lo dimentico! Mi dimentico le cose ma sto migliorando. Le scrivo. Ho imparato che la definizione di solletico che ha dato Spinoza è: una gioia … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , | 3 commenti

Un sacco di concerti.

Devo andare in un sacco di posti. Soprattutto a Bologna. Uno di quei “devo” che non stanno a significare dovere, ma piacere. Uno di quei “devo” che uso con te. Jamie Lidell 5 novembre. Four tet 6 novembre. Alberto Camerini … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | 2 commenti